C’è Auschwitz, quindi non può esserci dio.

«Se dio esiste, dovrà chiedermi perdono», questo è quanto recita un graffito trovato su un muro ad Auschwitz.
A questa frase bisognerebbe aggiungere che, se dio è davvero onnipotente, allora non merita di essere perdonato, poiché un dio buono e onnipotente non farebbe mai soffrire i suoi figli.
Dio potrebbe essere perdonato solo se avesse poteri limitati e fosse impossibilitato a migliorare il mondo che ha creato per noi di sua iniziativa.
I credenti provano a giustificare il menefreghismo di dio dicendo che, se si mettesse in mezzo per ogni cosa, allora ci priverebbe del libero arbitrio, ma in realtà nessuno di noi ha deciso dove, quando o se nascere nel mondo che lui ha creato, la nostra libertà è estremamente condizionata, eppure ci giudica ed è pronto a punirci con la dannazione eterna, quando non ci ha nemmeno dato la possibilità di scegliere se venire al mondo oppure no, un mondo che ha creato per sua scelta e secondo le sue regole.
Senza contare che, se dio non si intromette nonostante eventi crudeli come l'olocausto, allora come può essere considerato infinitamente buono?
Grazie alla sua onnipotenza e onniscienza, dovrebbe essere già a conoscenza di quello che faranno gli uomini, per cui sapeva benissimo che ci sarebbe stato l'olocausto, proprio come sapeva che avremmo fatto due guerre mondiali e magari ne faremo una terza, noi non possiamo saperlo, ma di sicuro un dio onnipotente conosce in anticipo il destino di tutti, per cui dovrebbe aver capito da un pezzo che senza manifestarsi in modo chiaro ci saranno sempre guerre di religione e tanta incertezza.
Qualcuno potrebbe dire che dobbiamo essere messi alla prova prima di poter essere giudicati, ma questa spiegazione contrasta con l'onniscienza di dio, il quale non ha bisogno di metterci alla prova se è già a conoscenza delle scelte che prenderemo, a maggior ragione il suo menefreghismo è crudele e senza senso.
Se dio fosse davvero onnipotente e buono, allora riuscirebbe a trovare il modo di manifestarsi senza toglierci il libero arbitrio, per u essere onnipotente nulla è impossibile, proprio per questo, come ho scritto all'inizio, dio meriterebbe di essere personato solo se avesse poteri limitati e non fosse quindi onnipotente.
Il male presente in questo mondo è causato da satana?
Scusa senza senso per un dio onnipotente che non dovrebbe aver problemi ad eliminare il male derivante da un essere che lui stesso ha creato.
Il male presente in questo mondo è causato dal peccato originale?

Anche questa è una scusa senza senso, in quanto, come spiegato prima, un dio onnipotente e onnisciente non dovrebbe dover mettere alla prova i suoi figli per vedere se scelgono il bene o il male, senza contare che noi dovremmo essere giudicati per le nostre scelte, non per quelle altrui.
La favola di Adamo ed Eva dimostra la crudeltà di un dio che, in modo del tutto illogico, decide di punire per l'eternità tutti i suoi figli a causa di un errore commesso da un suo singolo figlio, in pratica dio si comporta come un giudice che dichiara colpevole una persona nata oggi solo perché ha qualche lontano parente che in passato ha ucciso qualcuno, infatti dovremmo avere tutti qualche legame di parentela con persone che in passato hanno commesso qualche crimine, ed è questa la logica del peccato originale: siccome una sola persona ha sbagliato, allora tutti i suoi discendenti dovranno essere puniti, anche se, non essendo ancora nati, di certo non avrebbero potuto fermare la persona colpevole dell'errore.
E questa si può chiamare giustizia?

«Devo dire che l’esperienza di Auschwitz è stata tale per me da spazzare qualsiasi resto di educazione religiosa che pure ho avuto.
C’è Auschwitz, quindi non può esserci dio.Non trovo una soluzione al dilemma. La cerco, ma non la trovo».

(Primo Levi, "Se questo è un uomo").

 

Francesco Avella

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    anonima (venerdì, 01 febbraio 2013 22:34)

    ...
    Gesù Crocifisso dall'uomo cosa ti fa pensare?

  • #2

    Francesco Avella (martedì, 12 febbraio 2013 22:55)

    Anonima, ammesso che sia esistito veramente, Gesù era solo un uomo, ed è stato crocifisso come molte altre persone.
    Inoltre, il suo "sacrificio" non ha cambiato nulla e siccome il tuo Dio è onnisciente sapeva già che questo evento non avrebbe cambiato le cose.
    Il "sacrificio" di un Dio non può considerarsi tale, infatti secondo la mitologia alla fine Gesù è resiscitato, quindi che sacrificio è stato?
    Gesù si è sacrificato per noi, ma per proteggerci da se stesso, infatti secondo la tua religione era Dio stesso che voleva annientarci, poi si è incarnato e ci ha salvati...da se stesso! In pratica è come se io ti volessi uccidere ma alla fine ti lascio andare e mi sacrifico, pur sapendo che alla fine non mi accadrà nulla di male.
    Liberati dal condizionamento della cultura dominante e ragiona con la tua testa, ti accorgerai che se Dio esistesse davvero si comporterebbe in un modo decisamente più intelligente e buono, si rivelerebbe in modo chiaro invece di darci un mondo con migliaia di religioni sapendo che i fedeli si sarebbero scannati tra di loro, la religione ha fatto e continua a fare più vittime di qualsiasi altra cosa.
    Se tu fossi nata in India probabilmente avresti creduto in Krishna proprio come oggi credi in Gesù, il cristianesimo è solo una delle tante religioni create dall'uomo, poiché è stato l'uomo a creare Dio, non il contrario.

  • #3

    G.D. (venerdì, 23 maggio 2014 15:58)

    Dio è la più grande invenzione dell'uomo per soggiogare il suo simile. Farlo sentire in colpa di peccati che non ha commesso (il peccato originale non esiste!) e costringerlo a prostrarsi e di pentirsi mentre gli altri, o meglio chi stesso professa queste regole religiose, fanno di peggio (vedi i casi di pedofilia ...). Il termine "Dio" fu coniato per dar vita alla più grande religione monoteistica che ora vanta poteri ovunque: la Chiesa Romana Cattolica, e di conseguenza il Cristianesimo. Tutto nato intorno al 300/400 d.C. con il Concilio di Nicea dove, dopo le innumerevoli modifiche, cancellazioni e re-interpretazioni fatte nel corso dei secoli su quei testi, si decise allora di scegliere le storie e i libri che avrebbero composto questo massiccio volume. Il tutto fù poi modificato e spiritualizzato al fine di divulgare il culto monoteistico. Furono tante le modifiche e lo furono anche dopo! Ben 70 manipolazioni, fatte nel 405, 1592, 1778, 1969, 1974, 1978 fino ad arrivare alla Bibbia CEI del 2008. Chi aveva in mano i testi ritenuti "sacri" ha in mano il potere di farci credere realmente a un Dio Onnipotente che parla attraverso la Bibbia, peccato che il verbo divino che dovrebbe essere intoccabile (!) è stato manomesso così tante volte.
    Tornando al delicato argomento di cui sopra, si possono leggere stralci di alcuni tra i più importanti quotidiani USA che già nel 1915 (poi ancora nel ’18,’19, ’20, ’21, ’31, ’36 e ’38) scrivevano ripetutamente del numero preciso di 6.000.000 di ebrei che stavano per morire nel sud-est dell’Europa.
    Ritrovo poi in vari studi storici e sociologici i commenti disperati di credenti ebrei e cristiani che si chiedevano e si chiedono dove fosse Dio (Yahweh della Bibbia per gli ebrei, il padre di Gesù per i cristiani) nel corso della shoah.
    Annoto alcuni dati di fatto.
    Il colore giallo delle croci con cui i giudei dovevano auto-identificarsi era una invenzione cristiana (Concilio di Arles 1234)
    Hitler nel Mein kampf cita espressamente due stirpi così come indicate in Genesi 3,14-15
    Gli ebrei sono stati sterminati da una organizzazione dalle connotazioni esoteriche!
    Roosevelt, De Gaulle e Churchill erano al corrente di ciò che stava succedendo!
    Lo sterminio è stato interrotto anche grazie all’intervento delle armate sovietiche, ”atee” e dunque negatrici dell’esistenza di quello stesso Dio.
    A questo punto, a pensarci bene, anche a me viene voglia di chiedere dove era Dio (Yahweh della Bibbia per gli ebrei, il padre di Gesù per i cristiani).
    Era con l’organizzazione esoterica che stava sterminando il Suo popolo?
    Era con il Suo popolo che stava morendo sterminato?
    Con i cristiani che avevano scelto il colore giallo?
    Con i poteri occidentali cattolici, anglicani e protestanti che sapevano e non hanno fatto nulla fino alla fine della guerra?
    Con le armate “atee” che hanno contribuito a porre fine al genocidio del Suo popolo?
    Oppure stava tenendo i piedi in più scarpe?
    O magari aveva scelto di stare ad osservare e lasciare che l’umanità, sua amata figlia, se la sbrigasse autonomamente (come per altro fa sempre, anche di fronte alle catastrofi naturali)?
    Purtroppo quel Dio non risponderà mai.

  • #4

    G.D. (venerdì, 23 maggio 2014 16:04)

    Anonima. Leggendo anche solo il Nuovo Testamento in greco si scopre che Gesù detto Barabba (!) non fu mai crocifisso. Senza contare poi che Gesù, o meglio Yoshua, altri non è che una delle tante invenzioni della chiesa che ha fuso il Culto Solare Egizio di Amon Ra (insieme ad altri culti pagani che ancora oggi vediamo sotto i nostri occhi ma a cui non facciamo caso) insieme alle rivolte (storicamente comprovate) degli zeloti guidati da Giovanni di Gamala, figlio di Giuda il Galileo, giustiziato poi sullo stauros romano (legato a un palo). Non ve la raccontano giusta perchè vogliono che la gente non si informi .... eppure basta poco per smascherare l'inganno. Se poi iniziamo a vedere quante atrocità compiute dalla religione Cristiana durante il XX secolo in nome del presunto "Dio" .... beh c'è da rabbrividire!

  • #5

    Claudio (domenica, 03 agosto 2014 09:58)

    De tu fossi Dio ed avessi voluto avere dei figli felici cosa avresti fatto? Generare dei burattini regalando artificialmente la felicità ? Ma può mai esistere la felicità senza la libertà ? E come può un uomo sentirsi libero se sente continuamente il controllo divino? Se Dio esiste sicuramente non lo sapremo mai perché anche se venisse a mostrarsi, non ci crederemmo! E questo e ' l'unico modo perché di realizzi la nostra libertà . Dio potrebbe averci dato la libertà creando l'unico universo possibile dove questa libertà potrà forse un giorno concretizzare il desiderio di felicità . Non può esistere felicità senza la totale, assoluta libertà . Se Dio si manifestasse inequivocabilmente , finirebbe la nostra libertà !